Discussione: Scheda Corwyn
Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 01.11.2012, 12:29   #1
Corwyn
Junior Member
 
L'avatar di Corwyn
 
Registrato dal: 21.09.2012
Messaggi: 6
predefinito Scheda Corwyn

Nome: Corwyn
Cognome: Haleryc
Età: 36
Razza: Cacciatore
Nome nel forum: Corwyn
Preferenze sessuali: Etero

Descrizione fisica:


Ti trovi di fronte un uomo che ha superato la trentina in ottima maniera. Se sei una donna è probabile che il tuo occhio cada su di lui.
Alto 1,85, fisico atletico e ben scolpito, sul suo viso spiccano due occhi di un azzurro intenso. Un pizzetto e corti capelli biondi sempre ben curati gli danno un tono ordinato.
Veste in maniera elegante quando "non in servizio" ma se hai occasione di vederlo a torso nudo, profonde cicatrici solcano tutto il suo corpo.

Carattere:
Il suo carattere è allegro è scherzoso, conosce il suo effetto sulle donne e spesso ci gioca. Nonostante ciò non è affatto preda semplice e non si concede facilmente. Ama giocare e stuzzicare vertendo spesso sull'equivico e sdrammatizzando. Gli piace essere sempre in bilico sul filo del dubbio di modo che difficilmente si possano interpretare le sue reali intenzioni.
La sua apparenza scanzonata nasconde però un carattere molto pratico e cinico: la sua vera missione è la Caccia e la sua determinazione è profonda.
Gli piace studiare la sua preda, è un abile pedinatore. E' sua abitudine identificare il bersaglio, seguirlo di nascosto e poi colpirlo da lontano col suo arco.

Il passato:
Fino a pochi anni fa era uno come tanti altri. Un rappresentante, spesso in giro per lavoro. Faceva volontariato in enti di soccorso, coltivava la sua passione per le arti marziali e ogni fine settimana doveva recarsi al poligono ad aiutare il padre nel suo lavoro.
Uomo di bell'aspetto e dai molteplici interessi riscuoteva il suo successo con le donne e si godeva la vita.
Tutto cambiò la sera di 7 anni fa. Era la sua solita sera di volontariato al primo soccorso, una chiamata, un incidente in una casa pareva.
L'ambulanza sfrecciava, le luci blu squarciavano la notte.
Furono i primi ad arrivare: uno spettolo orrendo. 3 cadaveri a terra, segni di lotta. Il sangue sgorgava ancora da due piccoli buchi dal collo di una vittima.
Nessuno si era accorto che l'artefice di quella era ancora lì. Il predatore fu talmente veloce che i primi due di loro caddere senza neanche vederlo.
Poi si avventò su Corwyn atterandolo. Una donna. Bellissima. Il suo volto pallido ed etero era segno di perfezione, i suoi occhi di ghiaccio non potevano che ipnotizzare la sua preda.
Un attimo che durò in eterno: i loro sguardi che si incrociano. Avrebbe potuto giurare di aver visto un conflitto nella sua espressione, come se lottasse col suo istinto, poi i canini affondarono nel suo collo. Corwyn iniziava a percepire la vita scivolargli via, presa in quell'estasiante abbraccio mortale.
Subito dopo qualcosa accade: una litania, una preghiera, difficile dirlo poichè la mente era oramai annebbiata.
La vampira saltò via da lui e scappò via impaurita ed un'altra figura fu di lui: un uomo ormai oltre la cinquantina il cui sigaro acceso ora stretto fra le labbra gli inondava i polomoni.
Fu lui a salvarlo e a portarlo via, a spiegargli che la sua vita ora non sarebbe più stata la stessa, poich lui ora SAPEVA, aveva VISTO.
Per questo lo avrebbero cercato e ucciso. Un sola soluzione aveva: trasformarsi da preda a Cacciatore.
Fu così che senza scampo intraprese la Via, affiancando Tony nelle sue missioni. Imparando a cacciare, imparando a sfruttare tutto quello che sapeva.
Gli anni passavano e altre cicatrici facevano capolino sul suo corpo.
La sua prigione era ora la sua missione. Il gusto della Caccia aveva preso il sopravvento. Ogni Caccia era una lezione, metodi, filosofia, storia. Piano piano capiva l'importanza dell'agire in segreto. Il vecchio Corwyn stava morendo per lasciare spazio ad un freddo e calcolatore assassino, fremente solo nel poter avere la sua prima vittima.
Tra tutti i mostri che Tony cacciava solo una tornava a occupare i suoi sogni: quella splendida vampira che lo fece cadere in questo mondo ti tenebre. L'avrebbe trovata. Un giorno lo avrebbe fatto.
Dopo 7 anni il suo adestramento era finito, era ora che venisse iniziato: fu così che Tony diede lui solo un biglietto, un indirizzo e le parole "Dì che ti mando io".
Fu così che arrivò a quello che chiamano "il Castello".
Davanti alle sue porte forse un nuovo inizo.

Frase ad effetto:
"Requiescat in pace"
__________________

Requiescat in pace

Ultima modifica di Corwyn; 01.11.2012 a 12:40
Corwyn non è in linea   Rispondi quotando